Una lieve melodia si avverte nella camera, avvicinandosi alla porta a vetri si intensifica per poi sparire sul piccolo balcone su cui è affacciata. rientrando eccola rincorrere le note, si susseguono affannose lievi e tristi. La musica si ode appena tra il rombo di un automobile e l’abbaiare di un cane, il cinguettio degli uccelli, il vociare di bambini. Silenzio. Poi riprende sempre con lo stesso ritmo, impossibile capire da dove provenga. Sospesa tra immaginazione e realtà, simile alla musica di commento di un film, se si potesse guardare dal suo interno. Rimango in silenzio cercando di scorgere tutte le note tra i rumori della città. Lasciandomi andare e perdendomi nell’immagine di questa calda serata, color ambra, e la sua lieve melodia.

Annunci